CARLO FERRARIO - FOCUS ON
Ultima giornata del girone di andata della C Gold commentata da Carlo Ferrario

by Carlo Ferrario
martedì 14 gennaio 2020
Giro di boa, girone d’andata concluso e possibilità di tirare, anche se solo parzialmente, le somme.
Un mini-bilancio su ciò che è stato e una previsione di quello che potrà accadere nella seconda metà di stagione regolare.

SOLO 2 STOP
Sono solamente 2 i ko che hanno contraddistinto le prime squadre in classifica, ovvero la Gardonese nel girone est ed il trio ad ovest composto da Busto Arsizio, Saronno e Lissone.
Poche disattenzioni, da una parte e dall’altra, e la voglia di giocarsela fino in fondo per ottenere il miglior piazzamento possibile.
L’ascesa della Gardonese è stata graduale, per poi confermarsi nelle ultime uscite e conservare il primo piazzamento, davanti a Pizzighettone e Iseo, con la seconda che sta vivendo un momento di forma entusiasmante.
Ad ovest, invece, le prime tre della classe si sono spesso e volentieri sgambettate tra loro, dando però sempre l’impressione di poter fornire prove di forza nelle situazioni più avverse. Busto sta dimostrando di poter offrire ottima pallacanestro e risultati positivi nonostante l’assenza momentanea di Atsur, nonostante la vittoria sul campo di Valceresio era tutt’altro che scontata.
Saronno, per completezza, ha dimostrato di possedere il roster più valido e la qualità del gioco è stata veramente notevole. Non si può che non dire lo stesso di ciò che ha fatto vedere Lissone, con rotazioni più corte ma con due giocatori come Marinò e Fiorito che si sono dimostrati spesso e volentieri di un’altra categoria.

PERSONAGGI
Sempre complesso citare alcuni nomi, lasciandone fuori altri che meriterebbero la menzione allo stesso modo.
E come non partire da Rokas Pocius? Il lituano classe ’96 sta dominando in lungo e in largo, nonostante la difesa di Mortara si stia dimostrando una delle più vulnerabili del campionato. Quasi 22 punti e oltre 13 rimbalzi a partita, statistiche da MVP, e l’impossibilità di far valere certi numeri in Serie B, dato il divieto di tesserare giocatori stranieri. Al suo fianco, Urbonavicius e Degrada recitano ruoli di primaria importanza, senza dimenticare Liso, ma le rotazioni in casa Mortara risultano spesso e volentieri troppo corte.
Un rendimento simile lo stanno avendo Gamazo e Mastrangelo in casa Virtus Lumezzane, e simile è anche la situazione in classifica della loto squadra, che dimostra di non avere il centesimo per fare il dollaro in diverse occasioni.
Splendida la stagione di Davico, faro della Gardonese ma non di certo l’unico in grado di prendersi responsabilità di un certo tipo, ed è proprio questa la forza della formazione in testa al girone est.
Saremo ripetitivi, ma poco importa. Fiorito è una sentenza quando si trova con i piedi dietro l’arco dei tre punti, le avversarie di Lissone lo sanno fin dalla palla a due, anche se il tiro dalla lunga non è l’unica arma a sua disposizione. Più di lui, in un certo senso, sta facendo vedere Marinò. Ad ovest, se dovessimo trovare l’MVP a metà stagione, si tratterebbe di una corsa a 3, tra lui, Pocius e Atsur.
Ecco, Atsur. Punti per lui, punti per gli altri, gioco creato per quaranta minuti, rimbalzi catturati con statistiche migliori rispetto alla maggior parte dei lunghi del campionato. E poi, da non trascurare, il talento che Madre Natura gli ha donato.
I personaggi e i protagonisti non sono solamente questi, ovviamente, e la seconda parte della stagione regolare regalerà altri spunti per parlare dei singoli.

CHE GIRONE DI RITORNO SARA’?
Innanzitutto, occhi puntati sulla prima giornata di ritorno, di fatto la sedicesima di campionato.
Ad est, tutto sommato, non ci sono match che meritano un grande approfondimento. contrariamente, ad ovest, c’è solo l’imbarazzo della scelta. A partire da Busto-Legnano, passando per Mortara-Gallarate, arrivando poi a Desio-Saronno. Le big cercheranno di rubacchiarsi qualche punto a vicenda, senza dimenticare quanto siano importanti quelli conquistati contro le avversarie che stanno più in basso in classifica.
Con il passare delle giornate di campionato sarà anche normale assistere ad una sorta di spaccatura e, se ad est sono solamente tre le squadre che stanno dimostrando di poter lottare per le primissime posizioni, ad ovest lo scenario risulta più incerto ed intrigante.
Non bisogna sottovalutare la lotta salvezza nel girone guidato dalla Gardonese, con Sustinente ormai spacciata e altre formazioni che lotteranno fino all’ultimo secondo per poter tirare un sospiro di sollievo.
Qualche roster potrebbe subire dei cambiamenti, anche se limitati, per dare un senso diverso alla parte finale della stagione. Altri, invece, hanno dimostrato in modo concreto il fatto di voler fare affidamento solo sul lavoro in palestra e la voglia di miglioramento dei singoli elementi, qualcosa che in realtà non dovrebbe mancare mai.



PARTNERS


SITE MAP
CREDITS
Copyright 2015 Legnano Basket Knights Powered by Torre Informatica srl